MipFly One – unboxing di un variometro

newVolo

Written by:

Premessa

Ieri era il mio compleanno e quando rientro a casa trovo un regalo che mi aspetta. Solo alcuni giorni prima, gironzolando su facebook, sono venuto a conoscenza di MipFly One, un progetto per un nuovo variometro nato in Romania che sembrerebbe avere un bellissimo schermo, visibile molto bene al sole. Spulciando il sito web di MipFly (http://www.mipfly.com/) scopro che lo stato di avanzamento del progetto sembra avanzato e così provo a contattare gli sviluppatori per avere maggiori informazioni. Mi risponde Mihai, uno degli sviluppatori, che si rende disponibile a rispondere ai miei quesiti e tra una mail e l’altra gli chiedo se ha una demo da provare. Attualmente, mi risponde, non vi sono demo unit, poiché lo strumento è ancora in fase di progettazione, il software è in sviluppo, non sono disponibili molte funzioni. Si rende però disponibile a fornirmi un SDK kit, ovvero un prototipo funzionante, con tutta l’elettronica al suo posto contenuta in una scocca provvisoria stampata in 3D. Questa sera è arrivato!

Unboxing

Appena rientrato a casa trovo il pacchetto marrone che mi aspetta. Procedo con l’apertura del pacchetto spedito solo alcuni giorni prima. Mi sento un bambino che apre il regalo di compleanno.
Per prima cosa vedo un telecomando (!)  che fuoriesce dalla carta con bolle posta all’interno del pacco per protezione. Un po’ confuso apro il tutto ed ecco finalmente lo strumento. Benché il case sia stampato in 3d e gli angoli non siano arrotondati, ha un ottimo aspetto, sembra ben fatto e solido. Lo accendo e lo schermo da 4.4 pollici prende vita. Dal vivo lo schermo sembra più grande di quanto mi aspettassi. Il booting prende una ventina di secondi. Compare la schermata principale. La visibilità è ottima. Un pannello bianco e nero molto contrastato. Lo confronto subito con il mio Flymaster GPS SD e noto la miglior visibilità. Faccio subito alcune prove sotto una lampadina per verificare i riflessi. Soddisfacenti.

 Prime impressioni

Lo strumento dalle prime prove al chiuso, sembra molto preciso ed istantaneo grazie all’accelerometro e al giroscopio in aggiunta al sensore barometrico. Lo schermo da 4.4, sulla carta, sembrava piccolo, in realtà, grazie all’ottimo contrasto, una volta accesso sembra molto più grande. Mihai mi ha spiegato la scelta di andare con un pannello LCD transflettivo al posto di eInk (tipo Kobo) basata sulla maggior fluidità degli schermi a cristalli liquidi e dalle migliori prestazioni al freddo (dove gli schermi eInk soffrono di ghosting). Essendo un utilizzatore di kindle ed essendomi costruito un Kobo, conosco bene i pro e contro degli schermi ad inchiostro elettronico. Da un primo breve confronto oggettivamente la visibilità del MipFly One non ha nulla da invidiare. Vedremo come si comporterà durante il primo volo.

Il software, chiamato VarioQt ,è ancora acerbo ed in fase di sviluppo. Il sistema operativo è Linux, questo garantisce uno strumento molto solido a livello prestazionale e una vasta platea di potenziali sviluppatori che dovrebbero garantire una veloce progressione dello sviluppo (anche in un ottica di sviluppo di funzionalità accessorie). Inoltre sembra che il gruppo di lavoro stia già lavorando per un potenziale porting di XCsoar per lo strumento.

Dalle prime prove al chiuso il vario è molto veloce e preciso al minimo cambiamento di velocità verticale: dalle poche prove a terra effettuate sembra che sia istantaneo sia nella rilevazione di salita che discesa con una precisione di una decina di centimetri con pochissima latenza. Nel video ho provato ha fare alcune simulazioni, sotto la luce, per vedere la sensibilità del vario è la visibilità dello schermo. Da notare che il vario era settato con audio +0,1/-3.0 m/s.

Attualmente le funzioni implementate sono quelle base (come ci si può aspettare da uno strumento ancora in fase di sviluppo). In particolare mancano tutte le funzionalità per la gestione delle task. Mihai mi ha confermato che nelle prossime settimane il team sarà impegnato appunto nell’implementazione delle funzioni di definizione e navigazione delle task. Vedremo. Mihai dice che per la tarda primavera di aspettano di aver completato molte delle funzioni mancanti. Le premesse ci sono.

Le schermate disponibili nella versione attuale del firmware (v1.9.3 ) sono 4: dati di volo (vario, bussola, direzione e forza del vento, velocità al suolo e poco altro), mappa tutto schermo, airspace e raffigurazione delle termiche. Nella versione finale del software le schermate dovrebbero essere totalmente definibili dall’utente. La navigazione tra le varie schermate è intuitiva grazie a 3 pulsanti fisici di dimensioni generose che sembra possano garantirne l’utilizzo anche con i guanti.

Ecco le caratteristiche tecniche dello strumento:

  • Processore Alwinner A20 dualcore a GHz/core.
  • Ublox M8N GPS receiver with ceramic patch antenna.
  • High prescission pressure sensor + accelerometer, gyroscope and magnetometer for instant vario function.
  • Possibility to upgrade to bluetooth and WIFI options true internal USB ports.
  • External full size USB for IO expansion and data synchronisation on any USB memory stick.
  • The device can also act as a charger even when the variometer is turned off.
  • 6800 mAh battery for extended flight times.
  • 240×320 monochrome LCD with high framerate and extremely good sunlight readability
  • Screen diagonal size is 4.4″, 89.6 × 67.2mm (true viewing area)

All’inizio ho accennato in merito ad un telecomando: non so se sia esclusivamente ai fini di test o sarà una dotazione standard, comunque il telecomando connesso via bluetooth (indicazione vi è un modulo bluetooth funzionante all’interno!) permette una comoda navigazione dei vari menu!

La Meteo non è promettente per il weekend. Appena possibile sarà necessario provarlo in volo. Nel mentre MiHai mi ha già scritto che sono disponibili le mappe italia ed un aggiornamento del firmware. Le premesse sono ottime.

2 Replies to “MipFly One – unboxing di un variometro”

  1. Wow that was odd. I just wrote an incredibly long comment but after I clicked
    submit my comment didn’t appear. Grrrr… well I’m not writing all that
    over again. Anyway, just wanted to say fantastic blog!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *